linguaggio, tecniche

Attesa e tecnica delle routine verbale

Vorrei fare una riflessione su quello che ogni giorno sento dai genitori che hanno dei bambini con un ritardo del linguaggio …. condividono con me il loro più grande rimpianto …

 ASPETTARE

 Aspettano di parlare al pediatra delle loro preoccupazioni
  • Aspettano la prima valutazione
  • Aspettano di prendere l’iniziativa e provare a fare qualcosa per conto proprio per aiutare il loro bambino
  •  Aspettano che il bambino faccia progressi spontaneamente
Ma il problema è con tutta questa attesa si può impazzire! Anche se si tenta di non preoccuparsi, i genitori vogliono fare qualcosa o almeno provarci.
Se sei un genitore di un bimbo con un ritardo nel linguaggio, io posso aiutarvi. Posso insegnarvi cosa fare a casa per aiutare il vostro bambino a cominciare a dire le prime parole.
Quali sono le strategie pratiche che possono essere utilizzate da subito? Oggi vedremo due strategie
  1.  Introdurre una routine verbale
  2. Non focalizzarsi sulle parole ma sui suoni

 Che cosa è una routine verbale?

Una routine verbale è un insieme di parole si ripetono in un momento prevedibile durante la giornata oppure un’attività specifica.

Le routine verbali sono parole usate nello stesso modo, per le stesse cose, in momenti prevedibili. Per esempio, quando diciamo PRONTI PATENZA VIA con le ma macchinette

Racing Cars, Figures, Funny, Toys
Le routine verbali sono molto utili per i bambini che non parlano ancora. Sono spesso l’anello mancante per molti bambini che tardano a parlare. Parlo di un collegamento “mancante” perché la maggior parte dei genitori non sanno come utilizzare una routine verbale o quanto qusta possa essere efficace.

 Chi risponde meglio a questa strategia?

Decisamente i bambini che hanno una buona comprensione ma che non rispondono quando vengono spronati a ripetere, “Dici mamma oppure dici____.”

Un bambino che non ripete può lasciare al genitore una sensazione di sconfitta…. ma non è cosi, per fortuna, la creazione di una routine verbale funziona per molti bambini tardivi a parlare.

 Perche’ funziona la routine verbale?

La routine verbale funziona perche’

  • I nostri cervelli sono calibrati per il riconoscimento
  • Quando si utilizzano le stesse parole nel corso di una specifica sequenza di eventi, un bambino comincia a riconoscere la routine
  • il bambino comincia a rispondere.
  • Una volta che la routine è familiare, il bambino comincia a partecipare
  • Il bambino capisce il collegamento con le parole,
  • Fino a quando finalmente, le dice da solo.

Come  presentiamo la routine verbale?

  •  Diciamo le stesse parole nello stesso modo
  • Diciamo le stesse parole per le stesse cose
  • Diciamo le stesse parole sempre nella stessa situazione (per esempio, ogni volta che si è pronti a prendere il bambino, si potrebbe dire, “Su, su, su!”, E poi quando lo mettiamo  giù, diciamo: “1 … 2 … 3 … giù! “
  • Diciamo le stesse parole mentre cantiamo le canzoncine quando li vestiamo…..

Durante questo procedimento non facciamo le domande, ma presentiamo ai nostri bambini le parole attraverso:

  • l’espressione facciale
  • il nostro tono di voce
  • la ripetizione continua
  • mostrando le azioni o gli oggetti
  • utilizzando il principio della ripetizione in tutte le situazioni

Cosa aspettate?? Iniziate a provare e vedrete i risultati..

NON DIMENTICATEVI DI POSTARE I VOSTRI COMMENTI ED I VOSTRI SUCCESSI

D.ssa Anna Biavati

Logopedista Pediatrica specializzata in ritardi del linguaggio, fonologia, mutismo selettivo e bilinguismo

© Copyright 2017 Insegnami a parlare

#logopedia

2 thoughts on “Attesa e tecnica delle routine verbale”

  1. Grazie!
    Sto già pensando agli esempi
    La mattina buongiorno amore
    Si esce e potrei dire prontiiiii partenza via e apro la porta
    ci proviamo già da oggi!

Lascia un tuo commento