Comprensione

Come fanno i bimbi ad imparare a capire 1 parola chiave?

In logopedia utilizziamo il termine “parola chiave” per indicare la parola da capire.  Nella frase “passami la palla” 1 parola chiave è palla e poi con il tempo i bimbi incominciano a capire 2 parole chiave e quindi la differenza tra passami la palla e tocca la palla.
Prima di iniziare a lavorare sulla comprensione delle parole, ci sono alcuni punti su cui inizialmente bisogna lavorare.

Bisogna verificare se il vostro bambino ha ancora difficoltà con l’ascolto e il contatto visivo, ed è quindi importante iniziare con alcune attività per il controllo dell’ attenzione e attività di ascolto.

Quando chiediete qualcosa al vostro bambino e non risponde, ecco alcune idee da provare:

Mostrare

L’ adulto dice “dove è la palla?” e poi va a toccarla o raccoglierla.
Incoraggiate sempre il vostro bambino a guardare. Potrebbe essere necessario farlo parecchie volte prima che capisca il comando dato.

Indicare

  • Il tuo bambino indica gli oggetti?
  • Cerca di attirare la vostra attenzione su qualcosa?
  • Segue il vostro dito?
  • Indica quello che vuole?
Potreste provare a mettere un giocattolo o uno spuntino preferito  fuori dalla sua portata e vedere se indica che lo vuole.
Alcuni bambini non amano toccare gli oggetti, suggerisco di avere 2 oggetti davanti al bambino e chiedere “Dove è la palla”, e successivamente indicare l’oggetto richiesto.

In un secondo momento riducete il vostro indicare perché vogliamo che il bambino prenda la vostra mano x indicare.

Vale la pena provare con qualcosa di più motivante come il cibo assicurandosi di usare due cose che gli piacciono veramente. I bambini rispondono di più con il cibo piuttosto che un giocattolo casuale.
Ecco alcuni esercizi quotidiani:
  • Spegnere la TV così non ci sono distrazioni.
  • Quotidianamente mettere 3 o 4 oggetti davanti al bambino, come un cucchiaio, una palla, una macchinetta, una calza, un orsocchiotto ed una bambolina. Mentre mettete le cose davanti al bimbo ricordatevi di nominare ciascun oggetto.
  • Richiamate la sua attenzione chiamandolo per assicurarsi che sia pronto.
  • Dopodiché chiedete di indicare chieda uno degli articoli – “Dove si trova la palla?” Oppure “dov’è il cucchiaino?” Questa è ancora un’istruzione di 1 parola chiave, poiché non è necessario capire la parola dove – si suppone che il bimbo indicherà o raccoglierà l’oggetto.
  • Cercate di non guardare gli oggetti in modo tale da verificare se ha capito.
Se il bimbo esegue correttamente commentate positivamente “bravo quella è la palla” ripetendo la parola dell’oggetto richiesto e continuare con altri oggetti.
Se invece vi da l’oggetto sbagliato, ripetete la domanda nello stesso modo e aspettate 5 secondi e se seleziona di nuovo l’elemento sbagliato, voi rifare te la domanda ed eseguite anche il comando, in questo caso prendete la palla e ci giocate per un po’.

Passi successivi

Una volta che il bambino ha capito questo gioco potete incominciare ‘idea del compito, potete incominciare a rendere le domande più difficile. Ecco alcune idee da provare.
  • Introducete più oggetti piuttosto che 3 o 4 provate con 6 oggetti
  • Estendete la gamma di oggetti che utilizzate aggiungendo alcuni nuovi oggetti, ma uno alla volta.
  • Provate a utilizzare immagini piuttosto che oggetti reali. Questo significa che potete lavorare su una gamma molto ampia del vocabolario come per esempio oggetti che non abbiamo in casa.
  • Introdurre i verbi, iniziano con quello che fate normalmente  ad esempio. “Saltiamo”, “corriamo?”. Ancora una volta, anche se queste hanno 2 parole chiave possiamo sempre ridurre la frase.

Continuerò il nostro viaggio verso la comprensione ed il prossimo Blog sarà sulle  2 PAROLE CHIAVE.

Continuate a seguirmi e non esitate a commentare.

D.ssa Anna Biavati

Illustrazione di Giorgia Atzeni

Www.giorgiatzeni.it

 

Lascia un tuo commento