Video

Qui troverete tutti i miei video di YouTube.

Ecco inoltre le playlist di video raggruppati per argomento:

Mi piace condividere idee, pensieri, tecniche e molto altro attraverso i video. E’ decisamente molto più semplice da seguire.

Come aiutare il vostro bimbo a parlare: strategie da usare 

Sono una logopedista pediatrica con oltre 15 anni di esperienza. Tratto molto i bambini con ritardi linguistici ed in questo video tratto 5 punti importanti da seguire quando si comunica con il proprio bambino.

Come aiutare il vostro bambino a parlare: ripetizione e scelta

Giochiamo con Mr Potato Head, usando la ripetizione e focalizzandoci sul gioco, la comprensione senza fare troppo domande al vostro bambino. Stimulate il linguaggio con il gioco.

 

Come aiutare il bambino a parlare in modo chiaro

Molti genitori si preoccupano sullo sviluppo dei suoni ed in questo video vi do alcuni consigli su come aiutare il vostro bimbo/a a sviluppare una buona articolazione. Come sempre c’e’ la ripetizione, il gioco e la positivita’.

Fare degli errori stimola la comunicazione 

Ridere e fare degli sbagli apposta aiuta il bambino a comunicare perché si rende conto che abbiamo fatto un errore. Ridere e divertirsi stimola le endorfine e rilassa… chi l’ha detto che dobbiamo sempre essere seri??

 

D.ssa Anna Biavati risponde: mia figlia ha 28 mesi e dice solo 3 parole, cosa mi consiglia?

Con il permesso di questa mamma ho deciso di fare dei video per rispondere alle VOSTRE domande. Ecco la mail:

Buonasera dottoressa, la seguo negli ultimi mesi perché sono preocupatissima per la mia bambina. Ha 28 mesi e dice solo no,mamma e pappa.
È nata con un mese e mezzo d’anticio ed è stata seguita da un osteopata perché aveva la schiena contratta..nonostante questo ad un anno ha iniziato a camminare. È una bambina vivace curiosa..ama fare i puzzle. .ma non parla..io mi sento in colpa..perché lei a 10 mesi aveva iniziato a dire mamma papà nonna..poi è venuto a mancare mio padre all’improvviso. .e le ho tolto il mio latte..ho paura che abbia vissuto un trauma anche perché io non sono stata bene..
Il mio pediatra mi consiglia di aspettare settembre che andrà all’asilo e poi valutare un logopedista eventualmente. .
Secondo lei invece devo farlo già ora?lei non va al nido. ..ma dorme da sola..mangia da sola..si lava i dentini da sola. .è sempre solare?..ancora non le ho tolto il pannolino perché l’anno scorso ho provato ed ho capito che non era pronta.
Vorrei tanto un suo consiglio professionale. ..
Comunque. .lei mi indica e fa i discorsi a modo suo. ..tete te tototo..appena squilla un telefono ci avvisa..quando torna il mio compagno a casa sente il rumore che io non sento..escluderei quindi problemi all’udito.
Intanto metto in pratica i consigli presi dal web..grazie per il suo tempo e complimenti per il suo lavoro.

Come aiutare il vostro bambino a parlare: il potere della ripetizione 

In questol video, mi soffermo sul’importanza della ripetizione.
Ripetere, Ripetere e ripetere la parola. Inoltre non interpretare sempre quello che il bambino vuole, senza un chiaro gesto o almeno degli elementi chiave per cui il bimbo deve cominciare a comunicare verbalmente e non soltanto indicare.

Come aiutare il vostro bimbo a parlare: giochiamo con le cannucce 

Continuiamo a giocare con oggetti di casa come le cannucce ed i contenitori per stimolare i vari processi dello sviluppo e il linguaggio.
Attraverso la ripetizione e l’uso delle parole semplici possiamo stimolare i suoni, i gesti, le prime parole e anche il fare a turno.
Continuate ad insegnare il linguaggio attraverso il gioco.

 Come stimolare i suoni: il gioco dei cubi 

Imitare i suoni e’ il passo che precede l’imitazione verbale di una parola. Prima che il vostro bambino riesca a parlare bisogna che imiti i suoni. Continuate a giocare e usate tanti suoni.

Impariamo a parlare attraverso l’ imitazione: primo stadio

Il bambino impara a parlare attraverso i vari stadi dell ‘imitazione. Questo e’ il primo di otto livelli.
Attraverso dei giochi semplici il bambini impara a giocare con voi imitando i movimenti degli oggetti.

Impariamo ad imitare: secondo stadio 

Questo e’ il secondo stadio della scala dell’imitazione : i gesti comunicativi. Continuiamo a giocare ma insegnando la comunicazione attraverso i gesti…

Impariamo ad imitare: terzo stadio 

Nel terzo stadio dell’imitazione il bambino impara ad usare i suoni attraverso le espressioni di tutti i giorni.
Usiamo tutte le espressioni per attiare l’attenzione.
Il bambino iniziera ad usare i primi suoni e poi sara l’inizio di nuove parole.
SIATE ESPRESSIVI… divertitevi