linguaggio, tecniche

Idee per espandere il linguaggio ed i suoni

Avete bisogno di idee per far divertire i vostri bimbi?

Ecco le mie idee per creare simpatici cofanetti sensoriali per Natale – sono sempre un grande successo e piacciono molto ai bambini !!

Smiley, Laugh, Funny, Emotions, Emoticon, Cheerful

Materiale:

  • Contenitore di plastica medio-grande preferibilmente con un coperchio.
  • Riso, pasta, sabbia o fagioli…. e dal momento che è Natale, possiamo persino aggiungere del cotone per simulare la neve.

       Risultati immagini per plastic container with lid             Risultati immagini per plastic container with lid with beans

Prendete i materiali da utilizzare in base alle capacità del  bambino e quali obiettivi vogliamo raggiungere. Ad esempio, con un bambino che ha delle preferenze visive sarebbe meglio usare materiali luminosi e scintillanti come ghirlande o ornamenti ricoperti di glitter, oggetti specchiati e persino piccoli oggetti con luci.

Risultati immagini per balls with lights      Risultati immagini per balls with lights     Risultati immagini per balls with lights

Per un bambino che ha bisogno di sviluppare il linguaggio ricettivo, raccogliete oggetti di che conosce come Babbo Natale, un fiore, caramelle, un pupazzo di peluche, un regalo, ecc …

Per un bambino che sta appena cominciando a imitare verbalmente, selezionate gli oggetti che sono più facili da dire come cane, gatto, oca, bebè, palla ecc.

Obiettivi consigliati:

  1. Il bambino mostrerà attenzione congiunta per periodi di tempo più lunghi.
  2. Il bambino imiterà le azioni durante il gioco.
  3. Il bambino identificherà oggetti familiari.
  4. Durante il gioco, il bambino seguirà le indicazioni ad una parola con azioni familiari
  5. Il bambino inizierà a usare le parole per completare le attività vocali automatiche nelle routine verbali durante il gioco.
  6. Il bambino imiterà semplici vocalizzazioni durante il gioco come suoni di animali e parole esclamative.
  7. Il bambino imiterà e utilizzerà una varietà di singole parole durante il gioco
  8. Il bambino imiterà e userà frasi contenenti due parole durante il gioco.
  9. Il bambino userà correttamente un suono o un modello target di parole per migliorare la pronuncia delle parole.

ATTENZIONE

  • Se un bambino si mette in bocca un sacco di oggetti, allora una scatola sensoriale non va bene.
  • Se un bambino inizia a gettare il riso o altro passate a qualcos’altro.
  • Ogni volta che ci concentriamo sulla gestione del comportamento piuttosto che sull’insegnamento del linguaggio, bisogna selezionare una nuova attività.

Gli obiettivi su cui si sta lavorando determineranno anche quali elementi da includere nella scatola sensoriale.

Per alcuni bambini che sono abbastanza agitati, passare del tempo con un adulto magari è il vostro unico obiettivo! Con questi bambini bisogna usare dei materiali che li attirano e mantengono la loro attenzione.

Si può attaccare il riso, si possono fare degli strumenti musicali, oppure mettere nel riso vari oggetti: ornamenti dai colori vivaci, un campanello da suonare, ecc …

Potete usare un cucchiaio e dire “Pat pat pat” mentre picchietti il ​​riso con il cucchiaio. Mescolate con il cucchiaio e dìte “Mescola! Mescola! “Questi tipi di azioni e parole semplici aiuteranno a raggiungere gli obbiettivi della ripetizione.

Per i bambini che sono un po ‘più avanti nello sviluppo, scegliete il linguaggio ricettivo con affermazioni come “Scaviamo e troviamo il ……… Prova a chiedere “Dov’è la palla?” In modo che possiate trovare l’oggetto insieme. Ricordatevi che state insegnando, non testando, quindi bisogna aiutare il proprio bambino ad imparare il link per ogni oggetto mentre giocate insieme.

Potete anche concentrarvi su alcuni verbi. Mentre trovate Babbo Natale, fatelo saltare da un lato della scatola o nascondilo nei fagioli. DIVERTITEVI

Se un bambino ha una buona comprensione si può stabilire una routine verbale con le semplici azioni di prima come: SCAVA SCAVA SCAVA E TROVA LA …… bisogna farlo per molte volte e poi fermarsi aspettando che il bambino riempia lo spazio con l’ultima parola.

Nominate gli oggetti che trovate nascosti nel riso, ma assicuratevi che un bambino sia pronto PRIMA che gli chiediate “Che cos’è?” Un bambino dovrebbe imitare una parola diverse volte PRIMA di essere in grado di nominare l’oggetto in modo spontaneo o rispondere alle vostre domande. Se il vostro bambino non ha mai detto, “cane”, è improbabile che lo dica quando voi gli chiedete: “Dimmi cosa è”. Bisogna ripetere le parole molte, molte volte per stabilire le basi per un’imitazione di successo.

Si può usare questa attività se decidete di lavorare sui suoni. Selezionate gli oggetti da nascondere in base ai suoni o pattern target. Anche le immagini potrebbero essere più divertenti seppellite prima nel riso!

Immagine correlata

Le opportunità sono infinite….. cercate su www.pinterest.com

Divertitevi

D.ssa Anna

Lascia un tuo commento