articolazione e suoni, tecniche

I suoni onomatopeici sono fondamentali

Quasi ogni giorno ricevo un messaggio od una mail da genitori e terapeuti che mi dicono:

 “Da dove comincio con un bambino che riesce solo a fare i suoni degli animali?”

MA è proprio da lì che si inizia !!

Conosco una signora che ha un bambino con ritardo del linguaggio grave e nel sul blog raccontava che il piccolo aveva iniziato a fingere di fare la tosse.

WOW mi sono emozionata perchè questo è un passo importante, perchè importante aiutare un bambino a fare dei versi spontaneamente e anche in imitazione.

Fare suoni onomatopeici può essere un importante passo “intermedio” per molti parlatori tardivi prima che inizino a provare ad imitare parole vere.

Ecco una lista di altri tipi di suoni che si possono fare giocando per introdurre ed  ottenere altri tipi di suoni:

  •  Ansimare come un cane
  • respirare a bocca aperta
  • Strillare o urlare
  • Fare una grugnito con sforzo
  • Sbadigliare
  • Fare finta di tossire
  • Fare finta di starnuttire
  • Il rumore dell’auto / camion
  • Rumore della sirena
  • Fare finta di ridere
  • Fare finta di piangere
  • Fare rumore quando beviamo
  • Respirare dopo aver bevuto
  • Fare il rumore dei brividi brrrrrr
  • Fare il suono degli indiano
  • Dire “Sh!” per andare a dormire
  • Ringhiare come un cane

Potete usare un bicchiere per fare i vocalizzi dentro come AHHHH. oppure potete usare un rotolo di carta igienica, o un imbuto.

Fate altri suoni simili al clackson come “beep beep” e “vroom” ed i bambini adorano i suoni onomatopeici.

Anche le parole esclamative sono suoni!!

  • Mmm, mmm, mmm (quando mangi e il cibo è buono!)
  • Sìì
  • Uh Oh
  • Wow
  • chuff chuff
  • splash
  • boom
  • via
  • alto la
  • nooooo
  • niii nooo
  • ehi???

Potrei fare un alista lunghissima!!!!

Questo tipi di suoni sono divertenti per tutti! Ho scoperto che i papà ed i fratellini grandi amano questi suoni e fanno da modelli favolosi per i nostri piccoli amici che tardano a parlare.

E’ importanet che le famiglie usino questi suoni non solo durante le sessioni ma per tutto il giorno. Ecco alcuni esempi:

  • Quando un bambino vede un cane fuori, in uno spot pubblicitario o mentre legge un libro, modella ansimando.
  • Quando vedi qualcuno che dorme, fai uno sbadiglio, oppure che russa e che dice “Sh!”
  • Mentre un bambino gioca in cucina, mentre mamma cucina la cena, tira fuori i piatti, le pentole e le pentole e con eccitazione fate”Boom! Boom!” mentre sbattete un cucchiaio sul fondo della ciotola o “Swish! Swish!” come fai finta di mescolare.

Per altre altre idee sull’uso dei suoni di gioco troverai molto utile il mio videocorso completo sui prerequisiti del linguaggio

Più di ogni altra cosa, ricordati di fare tanti SUONI ONOMATOPEICI per aiutare i tuo bambino ad avvicinarsi all’uso delle vere parole!

D.ssa Anna Biavati

Logopedista Pediatrica specializzata in ritardi del linguaggio, fonologia, mutismo selettivo e bilinguismo

© Copyright 2019 Insegnami a parlare

#logopedia 

#insegnamiaparlare

Lascia un tuo commento